cpi
Current Issue Flipbook

Riviste commerciali per l'industria del calcestruzzo

Edizione attuale Archivio Online Flipbooks CPI TV Events Guida per il Compratore Newsletter Pubblicità Abbonamento
Suchen

Sviluppo ed applicazione del calcestruzzo autorigenerante, basato sui batteri


Nuovi materiali intelligenti e a base biologica

 


Le opere in calcestruzzo presentano normalmente alcune proprietà autorigeneranti, cioè la capacità di sanare oppure chiudere a tenuta le microfessure appena formate. Questa proprietà è principalmente riconducibile a due processi: 1. Idratazione ritardata oppure secondaria delle particelle in cemento in eccesso, parzialmente idratate oppure non idratate, presenti nella matrice, che reagiscono con l’acqua che penetra attraverso le fessure; 2. Formazione di carbonato di calcio (calcare) per via di una reazione dell’anidride carbonica atmosferica con i minerali di portlandite (idrossido di calcio), presenti nella superficie delle fessure. Questa proprietà autorigenerante “autogena” del calcestruzzo può, nel migliore dei casi, chiudere a tenuta fessure larghe 0,2 mm. All’Università Tecnica di Delft (TU Delft) si sta attualmente sviluppando un calcestruzzo autorigenerante, nel quale i batteri inducono la produzione di minerali a base di carbonato di calcio. Questo processo “autonomo” ovvero autorigenerazione migliorata può portare alla chiusura a tenuta di fessure larghe 0,8 mm, il che significa quadruplicare la capacità autorigenerante autogena del calcestruzzo. La chiusura a tenuta di crepe e pori nel calcestruzzo riduce la permeabilità e l’ingresso di sostanze nocive, come per es. gli ioni di cloruro, aumenta l'impermeabilità dell’acqua e migliora la resistenza al gelo. Il processo dell’autorigenerazione protegge quindi anche le armature incorporate in acciaio dalla corrosione e potrebbe quindi aumentare anche la durata dell’opera edile, riducendo al tempo stesso il fabbisogno di ispezioni manuali costose e misure di riparazione. In una serie di progetti di ricerca si è provveduto a sviluppare non solo il calcestruzzo autorigenerante, ma anche due sistemi di riparazione, fondati sulla stessa tecnologia, che possono essere impiegati in opere edili esistenti e precedenti. Questa malta autorigenerante e un sistema liquido di riparazione possono essere utilizzati per la riparazione edile e duratura di difetti maggiori nonché per ripristinare l'impermeabilità all'acqua di opere in calcestruzzo danneggiate ovvero piene di crepe. Il presente articolo spiega la tecnologia della formazione del carbonato di calcio causata dai batteri, seguita dagli esempi di applicazioni sul campo del calcestruzzo autorigenerante, della malta di riparazione e del sistema liquido di riparazione.

Mostra articolo
Scarica articolo
 


Contact


CPi worldwide journals are trade journals for the concrete and precast concrete industry that are published in 10 different language editions in more than 170 countries. These trade journals, with their practical editorial reporting on research, production and applications, are specifically addressing the decision makers of the concrete and precast concrete industry.

Riguardo a noi
Contatto
ad-media GmbH

Industriestrasse 180
50999 Cologne
Germany

T: + 49 2236 96 23 90
F: + 49 2236 96 23 96
info@ad-media.de

Links
  • Rivista
  • CPi-tv
  • Events
  • Guida per il Compratore
  • Newsletter
  • Pubblicità
  • Brevetti
  • ad-media GmbH
Social
  • Linkedin
DIRITTI
  • Impronta
  • Protezione dei dati