Il calcestruzzo: le prime 24 ore successive alla sua produzione

Influsso sulla resistenza e durabilità

Nelle sue prime 24 ore di vita, il calcestruzzo subisce enormi cambiamenti: la massa sagomabile diventa, grazie alle interazioni chimiche e fisiche, un materiale da costruzione solido che sviluppa le sue proprietà meccaniche e la sua durabilità ben oltre le prime 24 ore. Quasi tutte le proprietà importanti del calcestruzzo sono il risultato di questa primissima fase del ciclo di vita: dalla formazione di microstrutture e nascita di minerali “utili”. Purtroppo queste conoscenze di base spesso non sono state rispettate appieno o sono state del tutto ignorate. Dato che la redditività ha la massima priorità, si cerca di ottenere tempi di costruzione brevi e cicli di produzione (quotidiani) come prestabilito. I progressi tecnologici che promettono una maturazione più rapida vengono subito accettati. Poiché le temperature più alte accelerano l’idratazione del cemento, ha preso ampiamente piede la maturazione del calcestruzzo a temperature elevate. Tuttavia, le condizioni più favorevoli per l’idratazione del cemento al fine di ottenere le migliori proprietà meccaniche e una lunga durabilità sono quelle date dalle temperature che vanno da un livello basso a uno moderato. Ma questo nella maggior parte dei casi richiede più tempo di quanto consentano i tempi di costruzione imposti. Un compromesso perfetto è difficile, in molti casi persino impossibile. È però necessario tenere presente che tutti gli eventi che si verificano nella prima fase del ciclo di vita del calcestruzzo a lungo termine si riflettono sulle proprietà tecniche e sulla durabilità dell’opera in calcestruzzo.

Subscribe to magazine

Contact

CBE Consultancy Ltd PO Box 96 217, Balmoral, Auckland 1342, Nuova Zelanda michael@cbecon.co.nz, www.cbecon.co.nz

Events

20.02.2024 - 22.02.2024
22.02.2024 - 24.02.2024