Le basi della reologia

La reologia del calcestruzzo fresco, parte I

Il termine lavorabilità del calcestruzzo comprende tanti diversi requisiti che deve soddisfare la scorrevolezza del calcestruzzo fresco durante la miscelazione, il trasporto, l’alimentazione, la messa in opera e la compattazione. Il calcestruzzo deve essere lavorabile per poter essere trasportato, alimentato, messo in opera e possibilmente quasi completamente compattato senza fondamentale segregazione. Tale lavorabilità non è una singola grandezza fisica misurabile, bensì dipende da tanti diversi parametri. Uno dei fattori è la consistenza. Essa può essere controllata con sistemi diversi e quindi il calcestruzzo viene suddiviso in classi di consistenza. Tuttavia questo non significa che due tipi di calcestruzzo, che vengono associati alla stessa classe di consistenza, si possano pompare, trasportare o compattare bene alla stessa maniera. La prima parte di questa serie composta da tre articoli tratta le basi della reologia. Quindi che cosa è possibile reologicamente, vale a dire metrologicamente, e quali affermazioni pratiche si possono ricavare da tali risultati della misurazione reologica dal punto di vista della lavorabilità?

Subscribe to magazine

Contact

Lothar & Jutta Gehm GbR Sachverständigenbüro für Rheologie Am Seeberg 14a, 61352 Bad Homburg, Germania T +49 6172 9213554, F +49 6172 9437056 info@rheologie.de, www.rheologie.de

Events

25.06.2024 - 27.06.2024
06.08.2024 - 08.08.2024
14.08.2024 - 16.08.2024