Potenziale e prospettive dell'assorbimento di CO2 nei materiali da costruzione cementizi

Le tecnologie del futuro

Il settore edile continua a crescere e richiede più materiali da costruzione che promuovano questa crescita. La produzione di cemento Portland è legata a un elevato consumo di energia e all'emissione di gas serra, inoltre si stanno compiendo grossi sforzi per ridurre al minimo l'impatto ambientale che ha la produzione di cemento. Convenzioni internazionali per ridurre le emissioni di gas serra esercitano pressione sul settore chiedendo entro il 2050 una riduzione dell'80 % delle emissioni di CO2, nonostante allo stesso tempo si preveda un raddoppio della produzione, dato che la popolazione mondiale nel 2050 viene stimata intorno ai 9 miliardi di persone. Tutto ciò è connesso a un notevole bisogno di infrastrutture e urbanizzazione e ad un'enorme domanda di cemento. La produzione del cemento produce circa il 2,4 % delle emissioni mondiali di CO2 nel settore industriale ed energetico. Ciò significa che questo processo e le caratteristiche del materiale in un prossimo futuro dovranno cambiare radicalmente per ottenere questa riduzione. Nell'industria cementizia e del calcestruzzo si stanno compiendo sforzi non soltanto per cercare alternative che riducano le emissioni di CO2, bensì anche per sviluppare materiali in grado di legare CO2 nel corso della produzione e per tutta la vita utile, diventando CO2 neutrali o persino CO2 negativi. Le tecniche sviluppate vanno dai tradizionali materiali di clinker ai cementi e leganti alternativi e saranno esposti nel presente articolo.

Subscribe to magazine

Contact

Events

25.06.2024 - 27.06.2024
06.08.2024 - 08.08.2024
14.08.2024 - 16.08.2024